“L’angelo che imparò a volare” di Anna Verlezza

LA FAVOLA “L’ANGELO CHE  IMPARO’ A VOLARE” NASCE DALLA TRISTE STORIA DI FRANCESCO PIO MARTINISI E DI SUA NONNA ENZA , MORTI IN UNA CAMERA IPERBARICA, A MIAMI , DUE ANNI FA.

Il libro, in chiave semiseria e fantasiosa ripercorre alcuni episodi della vita del piccolo. Nelle ultime pagine è presente una sezione didattica. Tutti hanno rinunciato ai diritti (dall’autrice alla casa editrice la MELAGRANA NON PROFIT)e l’intero ricavato sarà destinato al progetto” il sorriso di Frio” che attiverà laboratori per bimbi disabili. Il costo del libro è di 10 euro e l’isbn è 978-88-6335-081-4.

La presentazione ufficiale ci sarà presso il Comune di S.Felice a Cancello (ce) il 27 gennaio 2012 alle ore 17:00 alla presenza di autorità e dirigenti scolastici della zona . Altra presentazione sarà venerdì 3 febbraio presso la libreria Ubik di Napoli.

Anna Verlezza (Caserta  5/12/73) dopo la maturità classica, consegue il diploma all’istituto magistrale spostando la sua attenzione sui bambini e i loro bisogni. Consegue la laurea in giurisprudenza presso  l’università Federico II  di Napoli e termina anche , gli studi in scienze religiose con 110/110 e lode. Oggi, al suo attivo, ha due masters universitari di I’ e II’ livello sulle “ metodologie e strategie d’insegnamento …” e su “ Il profilo del D.S. management, leadership e responsabilità”. Docente alla scuola dell’infanzia, partecipa attivamente a commissioni e progetti che investono il campo della didattica di qualità”. Ha partecipato a qualche concorso letterario e sta lavorando ad una raccolta di poesie, un diario introspettivo già pronto per la pubblicazione (sulla falsariga di “lettera ad un bambino mai nato” della fallaci)e l’idea di sviluppare un libro di narrativa in più racconti tutti dedicati alle donne.