Curatele

Adriatico: emozioni tra parole d’onde e sentimenti, a cura di Lorenzo Spurio, Stefano Vignaroli e Bogdana Trivak, Ass. Euterpe, Jesi, 2017.

Il volume antologico di poesie e racconti a tema “il mar Adriatico” ha una doppia finalità: quella di gettare le basi di un ideale ponte tra le due sponde del mar Adriatico e di sostenere, mediante i ricavi derivanti dalla diffusione del volume l’Istituto Oncologico Marchigiano (IOM). La partecipazione è stata esaltante, centinaia di autori di ogni parte d’Italia e dall’Albania (la cui Ambasciata a Roma ha riconosciuto il patrocinio morale) e dai paesi dei Balcani. Il curatore Vignaroli così ha scritto: “molti anche gli autori che vivono nei Balcani, in quella tormentata riva dell’Adriatico che rappresenta un mondo all’apparenza così vicino, ma ben lontano dall’Italia dal punto di vista della lingua, della cultura e delle tradizioni. Eppure, come il punto d’incontro tra l’Italia e i paesi balcanici esiste e ruota intorno a quella città, Trieste, e a quell’area geografica, l’Istria, storicamente contese dall’una e dall’altra parte, così il punto d’incontro tra autori e poeti così diversi tra loro esiste ed è rappresentato dalla passione per la scrittura e dall’amore per la cultura e il territorio”.

 9788899627379.jpg

Non uccidere. Caino & Abele dei nostri giorni, a cura di Lorenzo Spurio e Izabella Teresa Kostka, The Writer, 2017, ISBN: 9788899627379

Una raccolta poetica declinata a indagare tutti quei temi che girano attorno al sentimento di cattiveria, tanto nel mondo privato, quanto nella società. I curatori del volume hanno provveduto a selezionare componimenti nei quali si dà voce all’uomo stanco di episodi di violenza e discriminazione, casi di violenza domestica, stupri, femminicidi, incesto, pedofilia, abuso psicologico e fisico, bullismo, episodi di xenofobia, omofobia, fanatismo, violazioni dei diritti, tirannie, sistemi corrotti e antidemocratici, nonché si riferiscono a una azione malvagia dell’uomo contro i suoi simili: guerre, scontri civili, lotte di autodeterminazione, segregazioni, discriminazioni razziali, religiose, etc., stragi, terrorismo, minaccia nucleare, insensibilità e disprezzo nei confronti dei propri simili, degli animali e degli ecosistemi.

 

 

cover-vol1

Convivio in versi. Mappatura democratica della poesia marchigiana.Volume 1, PoetiKanten, 2016, ISBN: 9788899325305, pp. 462

Un’antologia di poeti regionali presuppone da una parte un fascino incondizio­nato verso la lettura, l’analisi e lo studio della poesia (e spesso di testi poco noti, ma non di scarso valore) e dall’altra un grande amore per la superficie geografi­ca sulla quale si è deciso di focalizzarsi, in questo caso le Marche, dove sono nato e vivo. […] Dal poeta che è anche fine critico e si è occupato di storia della let­teratura e che s’identifica con la cultura accademica, al poeta di provincia, delle piccole realtà comunali dove è anima populi e colora la toponomastica con i suoi versi scanzonati e domestici, al poeta-marinaio dei tanti piccoli porti del nostro litorale che “crea” in comunione con le acque negli squarci di riposo dalle ore di lavoro, sino al poeta contadino delle variegate valli che occupano la Regione, in quel colloquio intimo e serrato con la terra che cela un canto di meraviglia.

L’opera ha ottenuto i Patrocini Morali dei Comuni di Pesaro, Urbino, Fano, Ancona, Senigallia, Jesi, Civitanova Marche, Fermo, Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto e della Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”

 

cover-vol2

Convivio in versi. Mappatura democratica della poesia marchigiana.Volume 2,  PoetiKanten, 2016, ISBN: 9788899325329, pp. 280

Non esiste e non è mai esistito (dunque forse mai esisterà) un dialetto marchi­giano, ossia un dialetto unico dal quale magari dipartano piccole differenze o va­rianti ma che abbia una struttura di base univoca. […] Nella presente antologia trovano posto poesie di un gran numero di dialetti distanti tra loro, più o meno lontani dalla lingua italiana, motivo per il quale dette liriche sono accompagnate, a conclusione, della relativa traduzione per facilitarne la comprensione del testo a chiunque. Si spazia dall’urbinate (Germana Duca Ruggeri,…) allo jesino (Martin Calandra, Aurelio Longhi, Marco Bordini,…), all’anconetano (Palermo Giangia­comi, Mario Panzini, Emilio Mercatili,…) al sambenedettese (Bice Piacentini Ri­naldi), all’ascolano (Giuliana Piermarini) al civitanovese (Sandro Bella), passando anche attraverso numerose varietà indipendenti e tipicizzanti: il monsampietrino di Domenico Polimanti, il petritolese di Giovanni Ginobili, il portorecanatese di Novella Torregiani, il montignanese di Edda Baioni Iacussi e numerose altre.

L’opera ha ottenuto i Patrocini Morali dei Comuni di Pesaro, Urbino, Fano, Ancona, Senigallia, Jesi, Civitanova Marche, Fermo, Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto e della Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”

 

 

Nella sera che cala sul litorale. Percorso antologico nella poesia del Guerriero del Silenzio, a cura di Lorenzo Spurio, Postfazione di Guido Garufi,PoetiKanten, Sesto Fiorentino, 2016, ISBN: 9788899325435

Renato Pigliacampo ha compiuto lungo la sua esistenza una battaglia che in realtà è stata una guerra fatta di tante battaglie nelle quali spesso ha creduto di essere solo e di non farcela […] Il Nostro è stato un rivoluzionario, ed è lui stesso a ricordarcelo in varie poesie, che si è preso la briga di portare avanti ideali importanti per la difesa del mondo audioleso, degli altri handicap sensoriali e di altro tipo. Lo ha fatto in tanti modi: attraverso il suo lavoro, attraverso la sua partecipazione a congressi ed incontri, ma soprattutto attraverso la poesia. Nei versi di Renato c’è la sua vita raccontata, nei tanti momenti bui e di desolazione, nei suoi romitaggi sull’Adriatico e dei ricordi di Padova nel periodo “ribelle” in cui combatté contro quelle ideologie che avrebbero potuto sfociare in pericolose derivazioni
della filosofia capitalista da lui avvertite con lungimiranza. La sua opera poetica qui raccolta per mio espresso volere per poterne tramandare ancor più il ricordo e celebrarne degnamente la sua cifra letteraria è proposta, dunque, sia come un percorso antologico del suo vasto itinerario di poeta sia come vera e propria biografia in versi.

 

Pier Paolo Pasolini, il poeta civile delle borgate. A quaranta anni dalla sua morte, a cura di Michela Zanarella e Lorenzo Spurio, Prefazione di Francesca Luzzio, PoetiKanten, Sesto Fiorentino, 2016

Per ricordare il valore della scrittura di Pasolini, l’A.p.s. Le Ragunanze in collaborazione con la rivista di letteratura “Euterpe” e Poetikanten Edizioni, ha realizzato un progetto editoriale che non va considerato come una semplice raccolta di poesie, racconti e saggi, ma come la testimonianza di quanto siano ancora vive e attuali le idee, le critiche e i suggerimenti ad una società allo sfacelo. E la scelta di raccogliere in un volume le opere di autori contemporanei, vuole essere un omaggio a ciò che lui è riuscito a trasmettere nel tempo, con una particolare attenzione ad uno dei quartieri romani, Monteverde, dove lui ha ambientato Ragazzi di vita, e dove si trasferì nel 1954 (Dalla introduzione di Michela Zanarella)

Nell’antologia figurano poesie di Mariella Bettarini,Corrado Calabrò, Antonio Spagnuolo, Adalgisa Santucci, Angelo Gallo, Lucia Bonanni, Silvia Famiani, Simone Sanseverinati, Maria Pompea Carrabba, Salvatore Monetti, Maddalena Corigliano, Franca Donà, Pinella Gambino, Nazario Pardini, Oscar Sartarelli, Manuela Iona, Patrizia Pierandrei, Margherita Pizzeghello, Dante Maffia, Serena Maffìa III, Angela Grec, Candido Meardi, Antonella A. Rizzo, Luciana Raggi, Enza Spagnolo, Michele Paoletti, Maria Chiarello, Silvio Parrello, Michela Zanarella; racconti di Roberto De Luca, Fabio Muccin, Monica Ravalico; articoli e saggi di Francesco Martillotto, Luca Rachetta, Federico Sollazzo, Giuseppe Napolitano, Francesco Paolo Catanzaro, Michele Miano, Carlo Antonio Borghi, Diana Lanternari, Marco Ausili, Francesca Santucci, Lorenzo Spurio,Iuri Lombardi,Giuseppe Lorin.

 

 

 

Stile Euterpe vol. 2 – Aldo Palazzeschi: l’avanguardista, il crepuscolare, l’ironico, a cura di Lorenzo Spurio, Martino Ciano e Luigi Pio Carmina, Prefazione di Luigi Pio Carmina, PoetiKanten, Sesto Fiorentino, 2016, ISBN: 9788899325275

Il secondo volume del concorso Stile Euterpe è stato dedicato ad Aldo Palazzeschi […] Un intellettuale autodidatta che da ragioniere-contabile si è trasformato in un satiro moderno che ha smascherato con disarmante ironia i complessi e gli “amplessi” degli italiani. Un artista dimenticato cui la redazione della rivista letteraria «Euterpe» dona un umile omaggio, sperando in una valorizzazione di questo scrittore che seppe sfidare con il sorriso sulle labbra il suo tempo, la tradizione e anche la controversa avanguardia Futurista. Corrente artistica rivoluzionaria che ebbe però il demerito di perdere la propria carica “incendiaria” a favore di una fumata nera che in qualche modo Palazzeschi anticipò in Il codice di Perelà. Ironia della sorte, il protagonista di questa favola a tratti distopica era proprio una nuvola (Dalla quarta di copertina di MARTINO CIANO)

In questo volume sono presenti testi di: Angelo Ariemma, Marco Ausili, Luisa Bolleri, Lucia Bonanni, Corrado Calabrò, Luigi Pio Carmina, Francesco Paolo Catanzaro, Maria Salvatrice Chiarello, Osvaldo Crotti, Rosanna Di Iorio, Armando Ginesi, Valentina Giua, Cristina Giustini, Raffaele Guadagnin, Gianluca Guillaume, Iuri Lombardi, Emanuele Marcuccio, Francesco Martillotto, Francesco Mazzitelli, Samuele Mazzotti, Antonio Melillo, Antonio Merola, Valentina Panarella, Patrizia Pierandrei, Margherita Pizzeghello, Sebastiano Plutino, Luca Rachetta, Enrica Santoni, Francesca Santucci, Antonio Spagnuolo, Teresa Spera, Lorenzo Spurio, Rodolfo Vettorello, Michela Zanarella e Marta Zirulia.

 

 

 

 

Risvegli: il pensiero e la coscienza. Tracciati lirici di impegno civile, a cura di Lorenzo Spurio, Marzia Carocci e Iuri Lombardi, Prefazione di Raffaele Taddeo, PoetiKanten, Sesto Fiorentino, 2015, ISBN: 9788899325220

La presente antologia di poesia civile è nata da una idea di Lorenzo Spurio, Marzia Carocci e Iuri Lombardi (i tre curatori) alla quale hann partecipato molti poei da ogni parte d’Italia e che ha richiesto un lundo e difficile lavoro di selezione dei testi pervenuti. Marzia Carocci nel suo testo iniziale scrive “I nostri giorni hanno esigenza di soluzione, di rinnovamento di giustizie legate alla legalità, alla solidarietà, di moniti da seguire per rieducare un periodo storico che ha perduto dignità, verità, costituzionalità. Siamo in balia di soprusi, di violenze, di giochi di potere” mentre Spurio nel suo intervento critico sostiene: “Le poesie civili […] nascono in fretta dinanzi a immagini che scorrono in qualche tremendo notiziario, l’ennesimo bollettino delle sciagure, nascono nel silenzio o nel fragore, nella solitudine della nostra stanza alla sera o più spesso per strada”. 

In questo volume sono presenti testi di Bruno Agosti, Carla Abbondi, Rina Accardo, Velia Aiello, Franco Andreone, Elvio Angeletti, Lucia Bonanni, Mimì Burzo, Vincenzo Calò, Silvia Calzolari, Graziella Cappelli, Marzia Carocci, Sandra Carresi, Francesco Paolo Catanzaro, Laura Cecchetti Manao, Maria Chiarello,  Giovanni Rosario Conte, Floriana Coppola, Mario De Rosa, Gianni Di Giorgio, Rosanna Di Iorio, Antonio Di Lena, Francesco Di Ruggiero, Alberto Diamanti, Franca Donà, Alfredo Faetti, Sara Favotto, Elisabetta Freddi, Giuseppe Gambini, Valentina Giua, Rossana Guerra, Sebastiano Impalà, Iuri Lombardi, Francesca Luzzio, Claudia Magnasco, Michela Manente, Maria Teresa Manta, Donatella Marchese, Emanuele Marcuccio, Emidio Montini, Giuliana Montorsi, Andreina Moretti, Daniela Nazzaro, Maria Rita Orlando, Gianni Palazzesi, Luigi Paternoster, Antonino Pedone, Stefania Pellegrini, Claudia Piccini, Patrizia Pierandrei, Maria Teresa Pieri, Paolo Pietrini, Lorenzo Poggi, Antonella Proietti, Massimiliano Rendina, Maddalena Rotolo, Irene Sabetta, Rita Salamon, Anna Scarpetta, Tania Scavolini, Carla Spinella, Lorenzo Spurio, Marco Squarcia, Cristina Tonelli, Paolo Tulelli, Vincenzo Turba, Cristina Vascon.

  

 

 

 

Obsession 3. Incubi, allucinazioni e omicidi, a cura di Lorenzo Spurio, PoetiKanten, Sesto Fiorentino,  2015, ISBN: 9788895555799

“Quasi senza accorgermene è volato il tempo e siamo giunti alla terza ed ultima pubblicazione dell’antologia di racconti Obsession, da me ideata e voluta. L’iniziativa era nata nel corso dell’estate 2011 con il sottotitolo che poi venne dato al primo volume “Manie, fobie e perversioni” felicemente accolta dalla casa editrice Limina Mentis che poi ne curò l’edizione […] A suggellare un progetto del quale mi sento orgoglioso di aver curato in ogni minimo dettaglio: dalla stesura del bando di partecipazione, al rapporto con gli autori partecipanti, alla scelta dei materiali, alla impaginazione e costruzione dell’antologia, a conclusione di questo ampio volume ho deciso di riportare la lista completa di tutti gli autori partecipanti al progetto e i testi critici da me prodotti che hanno corredato i primi due volumi” .

In questa terza antologia sono presenti racconti di Alessandra Prospero, Alice Antonelli, Andreina Moretti, Antonio Merola,  Diana Lanternari, Elisabetta Amoroso, Floriana Laurenza, Francesca Santucci, Gabriele Di Ciriaco, Gabriele Prunai, Gianna Gobbi, Giovanna Casapollo, Lucia Paganini, Lucio Versino, Michael Gaddini, Giuseppe Leardini, Andrea Amico, Giuliana Montorsi, Sandra Carresi, Cristian Sotgiu, Umberto Masiello, Veronica Cani, Daniele Coccia, Eleonora Mangiapelo, Manuele Marini, Stefano Rizzi, Giuliana Corsetti, Mimì Burzo, Damiano Col, Simona Lauriola, Cosimo Pezzotta, Luana Trapè.

 

  

 

 

Borghi, città e periferie. L’antologia del dinamismo urbano, a cura di Lorenzo Spurio, Agemina, Firenze,  2015, ISBN: 9788895555799

“La città è un organismo vivente proprio come un animale o una pianta: essa cresce e muta con chi la abita, si sviluppa e si destruttura in maniera diversa, si amplia e si abbellisce, si dota di volta in volta di tutte quelle componenti di cui la comunità abbisogna. Il cambiamento più evidente di una città resta quello della sua architettura e del sistema di viabilità, ma essa è in continua metamorfosi anche internamente, nella sua anima e nel suo temperamento nei confronti dell’altro, tutto ciò che è al di fuori della città. Un infinito grazie a tutti i poeti che hanno deciso di prendere parte a questa antologia che ci porterà in alcune delle città d’Italia. Al lettore, il mio invito a prepararsi a intraprendere questo viaggio che toccherà, tra le tante mete, le città di Napoli, Ancona, Palermo, Roma, Firenze, Piacenza, Venezia, Pisa, Messina, Montecchio Emilia, Castelsardo… con alcune escursioni fuori porta anche all’estero.” (Dalla prefazione)

In questo volume sono presenti testi di Franco Andreone,  Elvio Angeletti, Bartolomeo Bellanova, Lucia Bonanni, Giorgina Busca Gernetti, Luigi Pio Carmina, Maria Pompea Carrabba, Sandra Carresi, Francesco Paolo Catanzaro, Marinella Cimarelli, Filomena Costa, Osvaldo Crotti, Mario De Rosa, Teresa Anna Rita De Salvatore, Emanuela Di Caprio, Anna Grecu, Daniela Gregorini, Cristina Lania, Francesca Luzzio, Emanuele Marcuccio, Maria Rita Massetti, Elisabetta Mattioli, Maria Luisa Mazzarini, Vincenzo Monfregola,  Giuliana Montorsi,  Gianluca Papa,  Patrizia Pierandrei, Renato Pigliacampo, Massimo Rozzi, Anna Scarpetta, Cristina Vascon, Michela Zanarella.

 

 

 

 

 

Obsession 2. Raccolta tematica di racconti “Deliri, paranoie e tradimenti”, a cura di Lorenzo Spurio, TraccePerLaMeta, Sesto Calende, 2014, ISBN: 9788895555799

 “Continua anche quest’anno l’esperienza di Obsession, di quella letteratura psicotica che scandaglia l’io nella sua poliedricità di consapevolezze e di colpe per atti più o meno gratuiti e meditati nei confronti della collettività. Un esempio di come la letteratura fungendo da grancassa della pesante aria che respiriamo nel nostro oggi carico d’inquietudini e di incertezza, possa fermarsi di fronte alla materia per osservarla, interrogarla e meditare. Questa seconda curatela di “letteratura obsessiva” proponeva quale sottotitolo quello di “Paranoie, deliri e tradimenti”, associando ai primi due termini (paranoie, deliri) che stanno a significare un rapporto angoscioso dell’io nei confronti della sua stabilità emotiva e personale, quello del tradimento che invece ha una chiara accezione plurale, sviluppandosi almeno tra due soggetti. Quello del tradimento, coniugale o non, spesso vissuto come ripugnante gesto d’affronto che l’uomo non concepisce come perdonabile, può essere il motivo scatenante per vicende di violenza domestica, pedinamento ossessivo, stalking arrivando addirittura a casi efferati d’omicidio”.

In questo volume sono presenti testi di Chiara Abbatantuono, Elisabetta Amoroso, Giuseppe Bonaccorso, Martino Ciano, Fabiola Danese, Monica Dini, Lorella Fanotti, Giuseppe Filidoro, Lidia Filippi, Gianna Gobbi, Diana Lanternari, Floriana Laurenza, Simona Lauriola, Leonardo Jacopo Mangiapane, Emanuele Marini, Pietro Marra, Elena Monti, Fancesca Petrino, Giacomo Pezzotta, Annamaria Stroppiana Dalzini.

 

 

 

 

Disagio & letteratura. Raccolta tematica reading poetico Firenze 15-02-2014, a cura di Lorenzo Spurio, TraccePerLaMeta, Sesto Calende, 2014, ISBN: 9788898643103

Da un’idea di Lorenzo Spurio, dopo i precedenti appuntamenti tematici sul disagio svoltisi a Palermo (14 giugno 2013) e a San Benedetto del Tronto (12 ottobre 2013), il reading poetico “Disagio psichico e sociale” è finalmente arrivato anche a Firenze! La nuova raccolta dell’Associazione Culturale “TraccePerLaMeta” contiene gli atti della conferenza dal titoloDisagio e letteratura tenutasi a Firenze il 15 febbraio 2014 nella quale alcuni scrittori hanno parlato di tematiche che legano il disagio alla letteratura: la depressione (Marzia Carocci), il suicidio (Lorenzo Spurio), il disagio dello specchio (Rita Barbieri) e il sentimento d’emarginazione dello scrittore migrante (Valeria Nicu). A completare il volume sono una prefazione del noto poeta e scrittore napoletano Antonio Spagnuolo, tutte le liriche dei poeti intervenuti al reading tematico e i testi degli interventi di medici specializzati nei Disturbi Alimentari (Lorenzo Franchi, Stefania Pallini e Barbara Mezzani). In particolare è presente il saggio di Lorenzo Spurio dal titolo “Il suicidio come forma di liberazione dal male. L’annegamento nell’Ouse e l’ultimo carteggio su Virginia Woolf”.

 

 

 

 

 

Disagio psichico e sociale. Raccolta tematica Reading San Benedetto del Tronto, 12 ottobre 2013, a cura di Lorenzo Spurio, TraccePerLaMeta, Sesto Calende, 2014, ISBN: 9788898643127

 “Il disagio psichico e sociale non è una patologia, tuttavia è presente, oggi più insistente e riconoscibile, dati i presupposti poco felici della nostra attuale realtà. Cosa c’entra la poesia con uno degli stati più inaccettabili del nostro essere? La poesia è una risorsa, realmente può rappresentare la voce di chi altrimenti non saprebbe come affrontare un tema estremamente delicato come il disagio, inteso come stress mentale, paura, ansia e incapacità di adattamento ad un differente stato di percorso nella nostra vita. La poesia è la manifestazione più diretta del nostro mondo interiore, è condivisione, comprensione e ascolto. Le poesie che troverete in questa antologia sono il risultato positivo del progetto realizzato dalla Rivista Euterpe, le Associazioni Culturali TraccePerLaMeta e I luoghi della scrittura, una sinergia che si è dimostrata vincente a beneficio di emozioni, sensazioni e stati d’animo della collettività, un’alta espressione di cultura sociale che non chiude i battenti alla solitudine, alla malattia, alla povertà, ai traumi, ai dolori più intensi, bensì avvicina a valori alti di partecipazione ed empatia. Il reading poetico del 12 ottobre ha dimostrato che si può combattere la noncuranza dei più e superare ogni difficoltà con la dovuta attenzione alla parte più nascosta del nostro mondo interiore” (Susanna Polimanti).

  

 

 

 

Disagio psichico e sociale. Raccolta tematica Reading Palermo 2013, a cura di Lorenzo Spurio, TraccePerLaMeta, Sesto Calende, 2014, ISBN: 9788898643004

Con il patrocinio del Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’università degli Studi di Palermo, il dott. Giacomarra, il 14 giugno 2013 si è tenuto presso la Biblioteca dei Saperi il reading poetico dal tema Disagio psichico e sociale voluto e organizzato dalla rivista di letteratura Euterpe diretta da Lorenzo Spurio. L’evento che ha visto un’ampia partecipazione di poeti del capoluogo siciliano, ha riscosso entusiasmo in un ampio pubblico intervenuto per la lettura di poesie vertenti su temi difficili: patologie, disturbi, dolori e mali sociali.Questa antologia raccoglie tutti i testi che sono stati letti e interpretati in quel pomeriggio all’insegna della buona letteratura e della sensibilizzazione nei confronti del “diverso”. Il tema della anormalità, più volte richiamato da alcuni poeti nel corso della serata, è stato addotto in maniera coscienziosa come giudizio semplicistico dell’atteggiamento conformista e sprezzante dell’uomo nei confronti del mondo.

Nella raccolta tematica sono presenti liriche di Franca Alaimo, Alfonsina Campisano, Luigi Pio Carmina, Mariella Caruso, Francesco Paolo Catanzaro, Antonino Causi, Palma Civello, Giusi Contrafatto, Valentina Giuseppina D’Agosta, Miriana Di Paola, Giovanni Dino, Monica Fantaci, Emanuele Insinna, Gaetano Interlandi, Serena Lao, Nicola Lo Bianco, Rosalia Lombardo, Francesca Luzzio, Emanuele Marcuccio, Vinceno Nicolao, Maria Rita Orlando, Guseppe Palermo, Guglielmo Peralta, Teresa Riccobono, Margherita Rimi, Michela Rinaudo La Mattina, Nicola Romano, Giovanni Sollima, Lorenzo Spurio.

 

 

 

 

Tutti siamo l’Isola. Emergenza Sardegna, a cura di Lorenzo Spurio, TraccePerLaMeta, Sesto Calende, 2014, ISBN: 9788898643066

Il presente progetto antologico a favore della Sardegna venne ideato e promosso dalla Ass. Culturale TraccePerLaMeta l’indomani dell’allagamento di alcune zone della Sardegna avvenuta nel novembre del 2013. La donazioe , di 1.440 € fu inoltrata alla CRI con causale “Emergenza Sardegna” come indicato sul sito della Associazione e come venne data ampia comunicazione sulla Stampa.

I poeti presenti nel volume sono Bruno Agosti, Gilberto Antonioli, Alberto Arecchi, Antonella Baiocchi, Solidea Basso, Ginetto Becciu, Luisa Bolleri, Antonio Borrelli, Anna Maria Boselli Santoni, Pasquale Braschi, Giorgina Busca Gernetti, Silvia Calzolari, Fiorella Cappelli, Graziella Cappelli, Giuseppina Cardinale, Luigi Pio Carmina, Marzia Carocci, Sandra Carresi, Daniela Casazza, Ester Cecere, Iole Chessa-Ollivares, Rita Chinotti, Luciana Colliva, Osvaldo Crotti, Umberto De Vita, Angelo Della Corte, Tina Di Gregorio, Domenico Di Stefano, Bruno Ferragina, Maria Grazia Ferraris, Anna Maria Folchini Stabile, Maddalena Melania Foti, Maria Gattu Soddu, Francesco Iannì, Margherita Iula, Laura La Sala, Cettina Lascia Cirinnà, Caterina Lautera, Simone Lo Baido, Renata Maria Lucarelli, Elena Maneo, Maurizio Maraldi, Emanuele Marcuccio, Margherita Margarita, Luigi Marini, Maria Rita Massetti, Simone Mazzei, Katia Debora Melis, Giancarlo Milani, Silvana Minubi, Ida Paola Notarnicola, Caterina Nurra, Giuseppe Palumbo, Annamaria Pecoraro, Milena Perico, Mariarosa Pittau, Elena Porati, Franco Ricci, Liborio Rinaldi, Francesca Rita Rombolà, Annalisa Salvador, Carmelo Salvaggo, Benedetta Sarrica, Anna Scarpetta, Felice Serino, Annalisa Soddu, Lorenzo Spurio, Rita Stanzione, Patrizia Stefanelli, Annamaria Strppiana Dalzini, Paola Surano, Gianni Terminiello, Davide Toffoli, Lucio Versino, Valerio Vescovi.

 

 

 

 

Memorial Pablo Neruda. Ricordando il poeta a quaranta anni dalla sua morte, a cura di Lorenzo Spurio, TraccePerLaMeta, Sesto Calende, 2013, ISBN: 978889864342

Nel reading poetico per celebrare il quarantennale della morte del poeta cileno Pablo Neruda si è parlato di amore, ma non solo; si è parlato dell’impegno civile, si sono intervallate poesie dalla struttura classica ad altre, invece, chiaramente più libere e non circoscrivibili con facilità in uno stile; si è data pregnanza al senso di alienazione e pessimismo cronico che attanaglia la difficile contemporaneità nella quale siamo chiamati a vivere e si è data la giusta intonazione, talvolta impostata e quasi teatrale, altre volte velata, dolce e melodica. In ogni caso si è respirata poesia e ci si è regalati, nella logica del libero scambio, emozioni.Ciascun poeta prima di interpretare le proprie poesie ha parlato brevemente di sé per permettere agli altri di conoscerlo e sentirsi un po’ in quella “casa senza città” di cui parla Neruda e che in fondo è il mondo.

 

 

  

 

Obsession. Raccolta di racconti a tema “Manie, fobie e perversioni”, a cura di Lorenzo Spurio, Limina Mentis, Villasanta, 2013, ISBN: 9788898946020

Da sempre l’uomo si è posto dilemmi e ha cercato di indagare la soluzione ad enigmi; inconsciamente è sempre stato portato a razionalizzare gli eventi del mondo e i suoi accadimenti personali per trarne significati più ampi che, grazie all’utilizzo della ragione, lo hanno spesso condotto a sondare anche le componenti più misteriose eindefinibili del suo essere. Questo perché l’uomo non è solo carne ed ossa, ma è anche e soprattutto mente, ossia dotato di una dimensione immateriale capace di dar vigore alla stessa esistenza del soggetto nella società che, però, spesso deborda dalla sue indefinibili frontiere per mescolarsi a immaginari chimerici e surreali, talvolta elettrizzanti perché chiaramente irreali, a volte pericolosi perché causa di tragici epiloghi. (Dalla Predazione di Lorenzo Spurio)

Nel volume sono presenti testi di  Elisabetta Amoroso, Alberto Arecchi, Elisabetta Bisson, Fiorella Carcereri, Martino  Ciano, Lorenzo Crescentini, Lisa Deiuri, Monica Dini, Daisy Franchetto, Serena Gobbo, Andrea Blu, Sandro Orlandi, Alessandro Pedretta, Stefano Rizzi.

Annunci