A Lorenzo Spurio il 1° Premio Saggistica Inedita al 42°Premio Letterario Casentino 2017 con “Cattivi dentro”

Domenica 18 Giugno 2017 presso la preziosa Chiesa di San Fedele (XI sec.) a Poppi (AR) il poeta e critico letterario marchigiano Lorenzo Spurio ha ritirato il 1° Premio assoluto per la sezione Saggistica Inedita (intitolata a Veniero Scarselli) alla 42° Edizione del Premio di Letteratura Casentino “Silvio Miano”. Il Premio, ideato negli anni ’30 da Carlo Emilio Gadda, venne poi sospeso a causa della Seconda Guerra Mondiale e ripreso poi, negli anni ’60, dall’insigne intellettuale Silvio Miano al quale oggi è dedicato, promosso dal Centro Culturale “Fonte Aretusa”.

Spurio ha vinto con il volume critico inedito dal titolo “Cattivi dentro” nel quale presentava, attraverso una selezionata scelta di saggi di approfodimento, il tema del Male visto in varie forme e sfaccettature in altrettante opere letterarie della letteratura inglese, americana e francesce degli ultimi secoli. Tra di essi contributi critici ad approfondire “Arancia meccanica” di Anthony Burgess , “Il signore delle mosche” di William Golding, “L’isola del dottor Moreau” di H.G. Wells, ma anche opere di Christopher Hitchens, Ian McEwan, Charles Bukowski ed altri. 

img_0238.jpg
Uno scatto della premiazione

La qualificata commissione di Giuria, composta da Silvio Ramat, Giancarlo Quiriconi, Cristiana Vettori, Neuro Bonifazi, Carmelo Consoli, Ignazio Gaudiosi, Paola Olivieri, Lara Pasquini, Lia Bronzi, Andrea Pellegrini, Michele Rossi, Claudio Santori e Rodolfo Vettorello, ha provveduto a dar lettura alla seguente motivazione per il premio conferito:  “Merita davvero un’attenzione speciale il bel libro di Lorenzo Spurio. Magnifico lettore, esperto della più raffinata letteratura romanzesca straniera dell’Ottocento-Novecento, lo studioso Lorenzo Spurio ci aiuta attraverso tredici sofisticati capitoli a riimmergerci fra i labirinti noir e le durezze più incomprensibilmente spigolose di capolavori come “Cuore di tenebra”, “Il signore delle mosche”, “Arancia meccanica”, “L’isola di cemento”, “L’inventore di sogni” e di molti altri analoghi, ricavandone i nuclei strutturati a forza di filologiche precisioni citatorie e risquadrandone le più recondite prospettive semantiche sotto il profilo della dominazione come un potere che mia si scalfisce, della violenza come un infrenabile imbarbarimento dell’umano e della deviazione come verifica convulsa del male. Con il saggio “Cattivi dentro – Dominazione, violenza e deviazione in alcune opere scelte della letteratura straniera”, Lorenzo Spurio conquista il primo posto per la saggistica inedita di questo XLII Premio Casentino”.

L’opera risultata vincitrice verrà pubblicata a spese proprie dalla casa editrice Helicon di Arezzo e diffusa a livello nazionale. Durante la cerimonia sono stati conferiti anche Premi Speciali d’Onore a insigni esponenti del mondo umanistico e dell’economia tra cui il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, il critico d’arte Vittorio Sgarbi, il Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani, il professore e saggista Francesco D’Episcopo e il giornalista e direttore dell’ “Espresso” Tommaso Cerno. 

Annunci

Pubblicato da

Blog di Letteratura e Cultura

Lorenzo Spurio è nato a Jesi (AN) nel 1985. Si è laureato in Lingue e Letterature Moderne all’Università degli Studi di Perugia con una tesi sull’autore britannico Ian McEwan. Per la poesia ha pubblicato le sillogi Neoplasie civili (Agemina, Firenze, 2014), Le acque depresse (PoetiKanten, Sesto Fiorentino, 2016) e Tra gli aranci e la menta. Recitativo dell’assenza per Federico Garcia Lorca (PoetiKanten, Sesto Fiorentino, 2016) ad ottanta anni dall’assassinio del poeta granadino. Ha curato varie antologie poetiche tra cui Borghi, città e periferie: l’antologia del dinamismo urbano (Agemina, Firenze, 2015), Convivio in versi. Mappatura democratica della poesia marchigiana (PoetiKanten, Sesto Fiorentino, 2016), Non uccidere. Caino e Abele dei nostri giorni (2017) e Adriatico: emozioni tra parole d’onde e sentimenti (Ass. Euterpe, Jesi, 2017). Numerose le sue poesie pubblicate in riviste, siti specializzati ed opere antologiche. Per la narrativa ha pubblicato le raccolte di racconti: Ritorno ad Ancona e altre storie (Lettere Animate, Martina Franca, 2012), La cucina arancione (TraccePerLaMeta, Sesto Calende, 2013) e L’opossum nell’armadio (PoetiKante, Sesto Fiorentino, 2015). 12072660_10207671469768160_3182675494180130792_nQuale critico letterario si è occupato prevalentemente di narrativa straniera; ha pubblicato: Jane Eyre, una rilettura contemporanea (Lulu, 2011), La metafora del giardino in letteratura (Faligi, Aosta, 2011), Flyte & Tallis: Una analisi ravvicinata di due grandi romanzi della letteratura inglese: Espiazione di Ian McEwan e Ritorno a Brideshead di Evelyn Waugh (Photocity, Pozzuoli, 2012), Ian McEwan: sesso e perversione (Photocity, Pozzuoli, 2014), Il sangue, no. L’aporia della vita in ‘La ballata di Adam Henry’ di Ian McEwan (PoetiKanten, Sesto Fiorentino, 2015). Vari saggi letterari e suoi contributi sono presenti in collettanee, volumi antologici ed edizioni critiche, oltre a un cospicuo numero di prefazioni e note critiche ad autori contemporanei. Nel volume La parola di seta. Interviste ai poeti d’oggi (PoetiKanten, Sesto Fiorentino, 2015) ha raccolto una serie di interviste fatte negli anni 2012-2015 ad esponenti di spicco della poesia italiana contemporanea mentre in Scritti marchigiani. Diapositive e istantanee letterarie (Le Mezzelane, Santa Maria Nuova, 2017) una raccolta di saggi, recensioni e note di approfondimento su autori della sua Regione. Nel 2011 ha fondato la rivista online di letteratura «Euterpe», aperiodico tematico di letteratura online. È Presidente della Associazione Culturale Euterpe, Fondatore e Presidente del Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi” e Presidente di Giuria in vari premi letterari (“Città di Chieti”; “Città di Porto Recanati”; “Poesia senza confine”, etc.). Numerosi i premi e i riconoscimenti letterari ottenuti tra cui il 1° Premio al Concorso Letterario “Città di Ancona” (2016), il 1° Premio al Premio Letterario “Città di Latina” (2016), il 1° Premio al Premio Internazionale di Poesia “Antonia Pozzi” (2016) , il 2° Premio al Premio Letterario “Bari, Città Aperta” (2016), il 1° Premio al Concorso Letterario “Patrizia Brunetti” di Senigallia (2016),… Sulla sua produzione hanno scritto Dante Maffia, Giorgio Bàrberi Squarotti, Corrado Calabrò, Ugo Piscopo, Sandro Gros-Pietro, Antonio Spagnuolo, Umberto Vicaretti e altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.